Mamma, il profumo di Dio

Mamma, il profumo di Dio

Le onde si alzarono, dapprima dolcemente come mare di rosolio poi inaudibili, gementi. La terra si allargò in un lembo, là in fondo, come se un albero sorgesse d’improvviso con i rami già ossuti e l’intera sua ombra scura e baluginante tal che scaglie di pesce fossero le foglie sul titanico tronco, e la spezzasse, la pianta spezzasse l’uniformità darà… Leggi tutto

Il burqa e la farfalla

Il burqa e la farfalla

Come in un alveare pieno di miele, la luce nelle bottiglie dei profumi infondeva nell’ambiente un riflesso d’acquario pieno di pesci d’oro. Dalle scarpe saliva un odore di concia, amara e linda come un prato, dagli abiti quel suadente filo della seta, come la presenza di una roca fumatrice dietro una tenda. Come fai a dirti ogni giorno <diabolico shopping>,… Leggi tutto

Elena Gaiardoni

Elena Gaiardoni. Una sola parola: scrivere. Scrivere e’ amore. Inizio a scrivere nel giardino di mia madre ancora bambina. I fiori sono le mie prime pagine. La passione per la scrittura si discioglie da sempre in due rivi, apparentemente inconciliabili, ma dei quali cerco un’unica sorgente con entusiasmo e non senza sofferenza: la scrittura letteraria e la scrittura giornalistica. Laureata in Lettere e filosofia all’Università di Padova con una tesi sulla Phone’ di Carmelo Bene, che ho seguito per tre anni, intraprendo il giornalismo per necessità ma convinta di una cosa: un vero scrittore non si chiude in aula o in studio, ma come Conrad s’imbarca sulle navi e solca il mare della vita con umile curiosità. La redazione e’ la mia nave. Quest’anno ho pubblicato Il pianto di Camilla, edito da Marcianum Press.

Utenti online