L'alfabeto de "Il pianto di Camilla"

Elena Gaiardoni

Elena Gaiardoni. Una sola parola: scrivere. Scrivere e’ amore. Inizio a scrivere nel giardino di mia madre ancora bambina. I fiori sono le mie prime pagine. La passione per la scrittura si discioglie da sempre in due rivi, apparentemente inconciliabili, ma dei quali cerco un’unica sorgente con entusiasmo e non senza sofferenza: la scrittura letteraria e la scrittura giornalistica. Laureata in Lettere e filosofia all’Università di Padova con una tesi sulla Phone’ di Carmelo Bene, che ho seguito per tre anni, intraprendo il giornalismo per necessità ma convinta di una cosa: un vero scrittore non si chiude in aula o in studio, ma come Conrad s’imbarca sulle navi e solca il mare della vita con umile curiosità. La redazione e’ la mia nave. Quest’anno ho pubblicato Il pianto di Camilla, edito da Marcianum Press.

#nobestemmia su Twitter e sui social

#nobestemmia su Twitter e sui social

Dio… e poi? Lo hanno fatto Dante Alighieri e Boccaccio. James Joyce e il marchese De Sade. Dacia Maraini e Oriana Fallaci. Lì, immortalato su carta, hanno scritto il nome di Dio invano affiancato a epiteti animali, come «porco» o «cane». È lecito bestemmiare quando si scrive? La domanda incombe, perché chi usa i social incappa abbastanza di sovente in… Leggi tutto

Il burqa e la farfalla

Il burqa e la farfalla

Come in un alveare pieno di miele, la luce nelle bottiglie dei profumi infondeva nell’ambiente un riflesso d’acquario pieno di pesci d’oro. Dalle scarpe saliva un odore di concia, amara e linda come un prato, dagli abiti quel suadente filo della seta, come la presenza di una roca fumatrice dietro una tenda. Come fai a dirti ogni giorno <diabolico shopping>,… Leggi tutto

Quelle lacrime olimpiche, segno di eroismo che combatte il terrorismo

Quelle lacrime olimpiche, segno di eroismo che combatte il terrorismo

Se dovessimo scegliere un simbolo per raccontare in un solo segno il sentimento collettivo di questo millennio, sceglieremmo una lacrima. Non lo faremmo per raccontare la fragilità, ma il coraggio. Qualcuno potrebbe cinicamente ridere a questo punto, perché se c’è un’espressione che nel concetto odierno di virilità è sinonimo di viltà e di vergogna quella è il pianto. Eppure il… Leggi tutto

Indonna e la guerra di genere

“Indonna” e la guerra di genere, i kamikaze del femminicidio

«Ma quella reverenza che s’indonna/di tutto me». Era il 1300, anno più anno meno, quando Dante scrisse il Paradiso e quando, trovandosi al cospetto di Beatrice, concepì questo verso, soprattutto questo incredibile verbo, che potremmo scrivere anche con la lettera maiuscola, Verbo: Indonna. Nel contesto della frase significa s’impossessa, in senso tanto meraviglioso da condurre il sommo poeta verso il Paradiso… Leggi tutto

Hillary Clinton, la prima "coppia" alla Casa Bianca

Hillary Clinton, la prima “coppia” alla Casa Bianca

Erano due ragazzi, una seriosita’ volente e non spensierata abitava i loro occhi, al di là del sorriso, qualcuno potrebbe chiamarla semplicemente ambizione, altri che hanno vissuto quegli anni sanno che non è solo volontà di arrivare primi, ma una sfida contro la tristezza di esistere che in quegli anni diventava politica, come mai prima era successo. Un bacio era… Leggi tutto

Addio alla giornalista di Sky Tg24 Letizia Leviti, il suo toccante ultimo messaggio ai colleghi

Addio alla giornalista di Sky Tg24 Letizia Leviti, il suo toccante ultimo messaggio ai colleghi

«E il naufragar m’è dolce in questo mare». E’ il verso conclusivo dell’«Infinito» di Giacomo Leopardi a venirci in mente ascoltando l’ultimo messaggio della giornalista di Sky Letizia Leviti. Poesia e giornalismo: quanto di più distante? L’una che entra in un chicco di grano per scoperchiare l’universo, l’altro che rincorre l’effetto-notizia divoratore di denaro. Inaspettatamente è proprio una giornalista a… Leggi tutto

Romeo, Giulietta e l'evoluzione moderna della tragedia di Shakespeare

Romeo, Giulietta e l’evoluzione moderna della tragedia di Shakespeare

Cronista d’amore. E’ il sogno di ogni scrittore e giornalista trasformarsi in un cronista d’amore. L’ho fatto per William, quel Shake che mi innamorò anche grazie a Carmelo Bene. Mi sono seduta per un giorno sul balcone di Giulietta con carta e penna, guerrieri, araldi e innamoratori di chi scrive, per raccogliere le cronache del cuore che non trovano orecchio… Leggi tutto

Intervista alla madre del delfino morto per selfie

Intervista alla madre del delfino morto per selfie

Ora pare che sia una «bufala». Michi, come l’ho battezzato, era già morto. Il cucciolo di delfino, che pareva essere stato ucciso per disidratazione da una folla di bagnanti maniaci del selfie, in realtà era già morto in acqua, secondo la versione dell’uomo che l’ha raccolto. A «Libreriamo» il capo – scrivo capo perché fa molto vecchia redazione – mi… Leggi tutto

Oggi è il 17 febbraio 2016. Happy Festa Internazionale del Gatto a tutti voi che ascoltate... In rime sparse il suono, verrebbe da scrivere, visto che le voci dei gatti che vanno in amore proprio sotto le lune di febbraio, vicine ai palpiti di San Valentino, sono vive più che mai, adesso.

Il ruolo del gatto nella nostra vita

Oggi è il 17 febbraio 2016. Happy Festa Internazionale del Gatto a tutti voi che ascoltate… In rime sparse il suono, verrebbe da scrivere, visto che le voci dei gatti che vanno in amore proprio sotto le lune di febbraio, vicine ai palpiti di San Valentino, sono vive più che mai, adesso. Sono voci acute, sospirano e innalzano il loro… Leggi tutto

Page 2 of 4
1 2 3 4
Utenti online